Il valore della resilienza nella Psicoterapia Breve

Il valore della resilienza nella Psicoterapia Breve

Il termine resilienza è molto usato in ambito psicologico. Ma ne conosciamo veramente il suo valore all’interno del processo terapeutico? Da psicologi siamo stati perfettamente addestrati, o quasi, a riconoscere sempre segni e sintomi di una patologia e quindi alla formulazione di una diagnosi clinica. Per molto tempo, infatti, le discipline psicologiche hanno operato orientandosi …

Prevenire il fallimento terapeutico con le Terapie Brevi

Prevenire il fallimento terapeutico con le Terapie Brevi

Duncan, Hubble e Miller (1997) affermano che il fallimento terapeutico sperimentato con alcuni clienti nelle stanze di psicoterapia ha insegnato loro tre lezioni fondamentali: Tutti i modelli teorici hanno dei limiti, motivo per cui nessun terapeuta può pensare di far calzare perfettamente su ogni paziente un determinato approccio o una determinata tecnica. La relazione terapeutica …

La Teoria del Cambiamento del Paziente

La Teoria del Cambiamento del Paziente

Uno degli step fondanti gli approcci di Terapia Breve è l’indagine del Client’s Theory of Change, ovvero la Teoria del Cambiamento del Cliente (Duncan e Miller, 2000). Benchè la psicoterapia abbia spesso operato imponendo una propria visione di cosa sia il cambiamento e di come debba avvenire (se non proprio di ciò che sia sano …

La Terapia Sistemico-Strategica nel trattamento dei disturbi del comportamento

La Terapia Sistemico-Strategica nel trattamento dei disturbi del comportamento

I disturbi del comportamento comprendono una serie di condotte definite “esternalizzanti”, in quanto comprendono comportamenti in cui il disagio interno viene rivolto verso l’esterno attraverso condotte disfunzionali come l’aggressività, l’impulsività, la sfida, la violazione delle regole e altre condotte considerate socialmente inappropriate. In età prescolare e scolare, gli accessi comportamentali possono verificarsi in modo isolato …

La Terapia sistemico-strategica nel trattamento dell’anoressia nervosa

La Terapia sistemico-strategica nel trattamento dell’anoressia nervosa

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono patologie complesse ad eziologia multifattoriale. Il modello eziopatogenetico di riferimento è quello biopsicosociale, che ne interpreta lo sviluppo come concomitante presenza di fattori biologici (predisposizione genetica), psicologici (fattori intrapsichici e sviluppo della personalità) oltre che fattori scatenanti di tipo socio-ambientale. Il trattamento dei disturbi alimentari è una sfida …

La struttura di una seduta di Terapia Breve Centrata sulla soluzione

La struttura di una seduta di Terapia Breve Centrata sulla soluzione

L’approccio centrato sulla soluzione si basa sulle risorse e sulle potenzialità personali dei pazienti. Quest’approccio punta ad aiutare i pazienti a realizzare gli obiettivi che preferiscono, evocando e costruendo le soluzioni giuste da dare ai loro problemi (O’Connell, 2001). Le origini Esiste un notevole disaccordo circa le origini di questo approccio. Tra le influenze storiche, …

La Terapia Sistemico-Strategica per l’età evolutiva

La Terapia Sistemico-Strategica per l’età evolutiva

Il lavoro terapeutico con bambini e adolescenti rappresenta una sfida per molti psicologi poiché, com’è noto, rappresentano fasi evolutive estremamente significative per la vita di ogni individuo. Tanto l’infanzia quanto l’adolescenza, infatti, si configurano come un’età ricca di contraddizioni, un’età di transizione in cui si è impegnati a costruire, prima, e consolidare, poi, l’immagine di …

Terapia Breve Sistemico-Strategica con le coppie

Terapia Breve Sistemico-Strategica con le coppie

Lavorare con le coppie richiede solitamente un approccio alla terapia a più livelli. Quando lavorano con le coppie, i terapeuti devono raggiungere il massimo dell’abilità nelle manovre allo scopo di ottenere una forte relazione con la coppia, così come con ogni partner preso singolarmente, ma anche considerare la loro personale sofferenza. Tanto quanto i terapeuti …

L’approccio sistemico-strategico con il trauma

L’approccio sistemico-strategico con il trauma

Come molti di voi sapranno, gli studi sul trauma hanno origini molto lontane. Le prime ricerche infatti risalgono ai veterani di guerra, ai sopravvissuti ai campi di concentramento e successivamente si sono indirizzate verso le vittime di abusi. Molti approcci di psicoterapia si sono interessati a questo argomento, elaborando teorie e modelli operativi di cura. …

L’influenza del Costruttivismo sulle Terapie Brevi

L’influenza del Costruttivismo sulle Terapie Brevi

A partire dagli anni Ottanta, un gran numero di concetti filosofici riuniti sotto il nome di “Costruttivismo” hanno influenzato notevolmente la psicoterapia, non soltanto le scuole di terapia individuale più tradizionali, come il Comportamentismo o la Psicoanalisi, ma anche alcuni fra i modelli terapeutici interazionisti, come il modello del Mental Research Institute (Weakland et al., …

La comunicazione nell’approccio Strategico

La comunicazione nell’approccio Strategico

Il tratto che maggiormente distingue, a livello di pratica clinica, l’approccio strategico dagli altri approcci psicoterapeutici è senza dubbio l’utilizzo deliberato di un tipo di comunicazione suggestiva e ipnotica. Uno dei tratti distintivi del terapeuta strategico dunque risiede nel fatto che lo stesso si sforza non solo di comprendere in modo globale le aspettative, le …

Il Terapeuta Breve Centrato sulla Soluzione

Il Terapeuta Breve Centrato sulla Soluzione

Terapia Centrata sulla Soluzione: le origini La Terapia Breve Centrata sulla Soluzione (acronimo inglese SFBT Solution Focused Brief Therapy) è un approccio di intervento sviluppato da Steve de Shazer (1985, 1988) e Insoo Kim Berg (1994; De Jong e Berg, 1997), con ulteriori validi approfondimenti forniti da diversi collaboratori. Come il nome lascia intendere, l’attenzione …

Il concetto di Resistenza nelle Terapie Brevi

Il concetto di Resistenza nelle Terapie Brevi

Un aspetto interessante del concetto di Resistenza è che non trova una definizione all’interno di un quadro teorico specifico, ma fa parte dell’apparato concettuale di diversi approcci psicoterapeutici. Il primo a parlare di Resistenza nell’ambito della psicoterapia fu Sigmund Freud, se ne trovano le prime tracce negli Studi sull’isteria del 1895. Freud la definì “il …

Terapie brevi con pazienti difficili

Terapie brevi con pazienti difficili

Molti pazienti entrano in terapia perché sperano che il lavoro con il terapeuta possa subito alleviare alcuni stati come l’infelicità, lo stress o disfunzioni diventate troppo problematiche e quindi si preferisce avere un consulto professionale e non continuare a rimanere nella situazione attuale. Come spiegano Budman e Gurman (1988), ci sono cinque risposte comuni alla …