Utilizzare le psicopillole in maniera etica e strategica

Utilizzare le psicopillole in maniera etica e strategica

Gli specialisti che si occupano della cura e della salute dell’individuo non possono prescindere dal tenere sempre in considerazione la dimensione etica e strategica attraverso le quali si decide di agire. Questi due aspetti, sono strettamente connessi tra loro, inscindibili e da tenere bene a mente specialmente quando si tratta di interrogarsi sull’opportunità di utilizzare …

Terapia Breve Strategica per l’ipocondria

Terapia Breve Strategica per l’ipocondria

Se si parla di ipocondria si pensa quasi sempre alla generica paura delle malattie. Una forma clinica dei disturbi d’ansia che si caratterizza per una continua preoccupazione, ingiustificata ed eccessiva, nei confronti della propria o della altrui salute, amplificata dalla convinzione che qualsiasi sintomo avvertito da un soggetto sia il segno di una patologia grave. …

Il protocollo Scarlaccini. Intervenire strategicamente sui problemi comportamentali di bambini e ragazzi

Il protocollo Scarlaccini. Intervenire strategicamente sui problemi comportamentali di bambini e ragazzi

Il protocollo di intervento specifico qui di seguito esposto, è il frutto del lavoro clinico della Dr.ssa Scarlaccini ed è costituito da una serie di manovre comunicative e di atteggiamenti del terapeuta in grado di soddisfare un’ampia gamma di situazioni problematiche tipiche di bambini e adolescenti: dal rifiuto scolastico, ai comportamenti aggressivi, ai problemi comportamentali …

La terapia Strategica con i Disturbi Alimentari

La terapia Strategica con i Disturbi Alimentari

Quando parliamo di disturbi alimentari, facciamo riferimento ad alterazioni delle abitudini alimentari caratterizzati  da un’eccessiva preoccupazione riguardo la propria immagine, in particolare al peso e alle forme del corpo. I quattro disturbi più frequenti e conosciuti in psicologia sono: L’Anoressia caratterizzata da un calo significativo del proprio peso corporeo, paura di ingrassare, ricorso a metodi …

E se mi sentissi male?

E se mi sentissi male?

Si presenta al mio studio Marianna, 24 anni, studentessa di Scienze Sociali. La ragazza si definisce in costante ansia per la sua salute. Racconta che, la scorsa estate, dopo un pomeriggio passato a studiare, una volta alzatasi ha provato un forte giramento di testa ed è svenuta. La madre l’ha accompagnata al pronto soccorso, dove …

Il sistema coppia: come aiutarlo quando c’è una difficoltà sessuale

Il sistema coppia: come aiutarlo quando c’è una difficoltà sessuale

L’interesse scientifico verso la sessualità si è notevolmente ampliato negli ultimi decenni. Questo ha prodotto il susseguirsi di numerosi studi empirici, molteplici pubblicazioni e incontri scientifici dell’ambito, quali convegni e congressi. Sempre più esperti si sono interessati e confrontati sulle tematiche sessuali di maggior rilievo. Inoltre, le proposte farmacologiche recenti, come il Viagra per la …

Terapia breve per la depressione

Terapia breve per la depressione

La terapia breve si è dimostrata un valido strumento nel trattamento della depressione, nelle sue varie forme più o meno gravi, e le recenti ricerche continuano ad avvalorare la sua efficacia. In particolare alcune ricerche hanno messo in luce come le persone che si rivolgono ad uno specialista per problematiche relative all’umore depresso migliorano notevolmente, …

Le Dipendenze “Positive”

Le Dipendenze “Positive”

Quando nel mondo odierno sentiamo parlare di dipendenze subito il nostro cervello fa delle associazioni con qualcosa di negativo, insalubre di malsano per la nostra salute e per il nostro organismo. Le prime associazioni che ci vengono in mente sono in relazione all’abuso di sostanze, gioco d’azzardo, uso e abuso di dispositivi tecnologici come ad …

Pazienti (im)possibili

Pazienti (im)possibili

«Non esistono pazienti impossibili, ma soltanto terapeuti incapaci» disse Don D. Jackson. Eppure un alibi usato da alcuni terapeuti è quello di etichettare il paziente come impossibile da trattare. Generalmente si pensa che i pazienti impossibili, proprio perché identificati come tali, necessitino di tanto tempo per essere trattati. “Serviranno anni per vedere i primi risultati”, …

La Terapia Breve indiretta: intervenire sui genitori per aiutare i figli

La Terapia Breve indiretta: intervenire sui genitori per aiutare i figli

Generalmente nella terapia breve, il terapeuta utilizza una forma d’intervento chiamata terapia indiretta, essa prevede lavorare e collaborare con le persone disponibili (i genitori e/o con gli insegnanti) per risolvere il problema di un figlio, riducendo al minimo il coinvolgimento di bambini e adolescenti. Dalla prima telefonata si chiede ai genitori di presentarsi alla seduta …

Il primo colloquio nella terapia strategica

Il primo colloquio nella terapia strategica

“Esistono sempre tre discorsi dietro ad ognuno dei discorsi che avete fatto: quello in cui vi siete esercitati, quello che avete realmente fatto e quello che avreste voluto fare.” (Dale Carnegie) Il primo colloquio strategico In letteratura si trovano molteplici definizioni di “colloquio”, tutte rappresentative dei diversi campi di applicazione (teorici o empirici) in cui …

Le caratteristiche dell’approccio strategico

Le caratteristiche dell’approccio strategico

LE CARATTERISTICHE DELL’ APPROCCIO STRATEGICO L’approccio strategico in psicoterapia «non è una concezione o una terapia particolare, ma un nome per quei tipi di intervento terapeutico nei quali lo psicoterapeuta si assume la responsabilità di influenzare direttamente le persone» (Haley, 1976). Milton Erickson incornicia con le sue parole questa prospettiva e, nella prefazione di Change …