Pronti, partenza, Via!

Pronti, partenza, Via!

Ci siamo! Oggi prende avvio il primo anno della nostra Scuola di specializzazione in Psicoterapia Breve Sistemico- Strategica che mira a fornire ai propri allievi una formazione integrata di modelli teorici, tecniche d’intervento e ambiti applicativi di diversi approcci psicoterapeutici influenzati da due grandi orientamenti: le Terapie Brevi di matrice strategica, e l’Approccio Sistemico.

 

Quali sono i principi fondanti della nostra Scuola?

Presso l’Istituto ICNOS riteniamo fondamentali 3 punti:

  1. Il terapeuta deve saper lavorare con l’individuo, con la coppia e con la famiglia: in questo modo, a seconda delle necessità, può privilegiare il sistema con cui ritiene più adeguato intervenire. La Scuola fornisce quindi le competenze per lavorare con tutti e tre.
  1. Il problema per cui la persona si presenta ha un suo significato all’interno dei principali sistemi in cui è immerso (ad es. famiglia, lavoro, scuola, gruppo dei pari ecc.). Il terapeuta viene messo in grado di comprendere il particolare significato che il problema assume all’interno di questi sistemi.
  1. Vogliamo formare terapeuti che sappiano trattare in tempi brevi diverse tipologie di problemi. Questo è possibile solo padroneggiando diversi approcci, cosicché il terapeuta abbia la capacità di lavorare più facilmente con le diverse persone che incontrerà nel proprio percorso.

 

Quali sono i modelli insegnati dalla Scuola?

  • Terapia a Seduta Singola (TSS): la persona trova già in una seduta un supporto, se non una vera e propria risoluzione, al suo problema; il terapeuta massimizza l’efficacia dell’intera terapia, abbreviando la durata complessiva del trattamento; e la seduta risponde alle esigenze contemporanee delle persone di trovare aiuti rapidi ed efficaci ai propri problemi.

 

  • Terapia Breve Centrata sulla Soluzione: modello che si focalizza sulla capacità della persona di trovare spontaneamente una soluzione al problema. Il terapeuta impara a individuare e mobilitare le risorse del paziente, per poterle replicare e amplificare, proiettando così fin da subito l’aspettativa del paziente oltre la situazione problematica.

 

  • Strategica modello MRI: sviluppata all’interno del Mental Research Institutedi Palo Alto, la forma originaria di terapia strategica concepisce i problemi e i disturbi come determinati e mantenuti dall’insieme di soluzioni che il paziente mette in atto per fronteggiarli (tentate soluzioni disfunzionali). Il terapeuta apprende a elaborare creativamente semplici ma efficaci stratagemmi che aiutano la persona a sbloccare tali soluzioni ridondanti e ad accedere a percezioni più funzionali.

 

  • Strategica Familiare: ha come assunto principale l’idea che determinati problemi possano essere dovuti dall’incongruenza gerarchica all’interno della famiglia e dalle conseguenti sequenze disfunzionali di atti connotati da alleanze e giochi di potere.

 

Ti sei perso i nostri Open Day?

Se ti sei perso i nostri Open Day o non hai ancora scelto la tua Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, dai un’occhiata al nostro programma formativo e prenota il tuo colloquio di selezione cliccando sul link che segue:

https://goo.gl/NrvED6

Leave a Reply